skip to Main Content

CAMPUSNEWS – EDIZIONE DEL 28-03-19

  • 28 Marzo 2019

Come ormai sapete, questo è il nostro appuntamento con le informazioni a cura del Campus di Cesena. Parliamo subito di futuro. Sono stati pubblicati i bandi di ammissione per accedere ai seguenti corsi di studio: Ingegneria biomedica, Ingegneria elettronica, Ingegneria…

Leggi la notizia

Across The movies – Chet Baker: Born To Be Blue

  • 26 Marzo 2019

Anche quest'anno giunge a termine l'edizione di Across The Movies 2019. Per chiudere in bellezza la rassegna, la serata di giovedì 21 marzo è stata dedicata all'artista Chesney "Chet" Baker, trombettista e cantante statunitense di musica jazz.Dalle ore 19.30 è…

Leggi la notizia

AlmaFest 2018: intervista ai Finley.

  • 26 Ottobre 2018

Uniradio: Buonasera Finley! Innanzitutto siamo molto onorati di avervi davanti, siete parte del nostro passato e certamente si spera anche del nostro futuro. Vi va di rispondere a qualche domanda prima del concerto?Finley: Certo siamo qui apposta! Prima di tutto grazie…

Leggi la notizia

UN CONSIGLIERE DI QUARTIERE A MALTA: FOTO-RACCONTO DI UN VIAGGIO SETTEMBRINO

  • 26 Luglio 2018

Andiam, andiam, andiamo a Zabbar”
Da Cesena a Zabbar. Dall’Italia a Malta: così vicina, così lontana. Tra il lavoro, gli esami, la spiaggia di Cervia, e le serate con gli amici il tempo è volato. Tiziano Terzani parlava di quelle giornate che passano “senza lasciare una traccia”: soprattutto d’estate, terminati gli esami, il tempo ci prende in giro. E appunto, vola. Come quell’aereo di linea che ha caricato l’otto settembre una comitiva composta da romagnoli e non (più non, che altro). Rappresentavamo il nostro Comune, come ragazzi e cittadini attivi.
La prima parte del progetto Erasmus+, che vedeva ospitata a Cesena una compagine di giovani maltesi impegnati nella politica locale, è stata un’occasione per conoscere gente nuova, oserei dire amici. E magari qualcosa di più. Ma alla partenza, i miei compagni di viaggio erano per la maggior parte sconosciuti; o meglio, come direbbe un bravo educatore, delle persone da scoprire.
Ho salutato e chiacchierato con tutti da Cesena a Bologna (ne sono proprio sicuro?): penso che sarà una bella avventura, ma le aspettative rimangono volutamente basse.
Selfie di gruppo e si parte.
Il viaggio è accompagnato da una “cochina, bella fresca” e un salato di pasticceria, da qualche turbolenza che mi ha svegliato da una siesta, e dal libro di poesie in dialetto di Pedretti, con Chiara F. perplessa di fianco a me.
La visuale di Malta dall’aereo è particolare, sembra un paesaggio mediorientale. Anche da terra la sensazione è la stessa: ”Ma siamo a Kabul?”
Qualche giorno dopo ne avremo la conferma.
Il benvenuto è piovoso. Saliamo sul pulmino. La guida a sinistra mette un po’ di terrore alla prima rotonda, ma ci faremo l’abitudine. Guardo fuori dal finestrino: tra le varie attività commerciali scoviamo con stupore anche un Conad. Viste le recenti polemiche a Cesena, guardo il Pres e domando: ”E Lukki keffàà!1!!1???”
La destinazione è il Kappara Hotel, un albergo posto su una salita (o una discesa, dipende dai punti di vista, e dalla stanchezza). È l’unico ad aver partecipato al bando, quindi il migliore e il peggiore che ci potesse capitare. A prima vista sembra moderno e accogliente.
Camera 306. Ale: che coppia. Cambio veloce. Dopo una 2 al volo e il sentimento d’odio per l’assenza del bidet, ci vestiamo in fretta e furia. In giacca e cravatta. Ci dobbiamo “tirare” per il welcome.
Scendiamo, e uscendo dall’ascensore una figura angelica mi abbaglia: è il Pres. Si presenta con un tessuto di lino, bianco. Voglio assolutamente una foto con lui.
Successivamente facciamo conoscenza con l’autista che diventerà il nostro idolo, e che ci accompagnerà con la musica “a palla” ad ogni spostamento: nessuno si ricorda il suo nome, quindi per tutti noi si chiamerà Ciro.
La meta è il Local Council, e siamo formali come non mai. Chissà com’è… Ah, è questo? Mi ricorda il centro sociale del mio quartiere. Solo che di fronte non ha una chiesa, ma il Bocci Klabb: indovinate a cosa si gioca in questo luogo. La doppia c di “Bocci” e la doppia b di “Klabb” mi fa venire in mente Alessandro Borghese, e me lo immagino a pronunciare queste due parole col suo accento romanesco. È poesia.
Durante l’estate ero andato a comprare il vestito elegante apposta per entrare nel Parlamento progettato da Renzo Piano: passerà, invece, per tutt’altro luogo.
Entriamo. Nella sala del Consiglio c’è una mostra di un pittore locale, e un tavolo in legno, con un martelletto sopra. Ovviamente tutti ci giocano, ma sempre in modo “formale”.
In seguito a una breve presentazione, visitiamo Zabbar. La piccola città è ghirlandata per la più importante festa dell’anno, quella della Madonna Tal-Grazzja, ed è divisa in due fazioni: VERDI VS BLU. E tu, da che parte stai?

To be continued…

Enrico Rossi

Leggi la notizia

DIARIO DI UNA MATRICOLA

  • 8 Aprile 2018

8 Aprile Le belle giornate, il sole, la voglia di studiare che ti scivola via da ogni centimetro quadrato del corpo e la primavera che si insinua in ogni poro. Dopo le vacanze di Pasqua, sempre che così si possano…

Leggi la notizia

DIARIO DI UNA MATRICOLA

  • 7 Marzo 2018

8 marzo, diario di una matricola Per questo giovedì, dopo la fine di un febbraio che è volato via e l'inizio di un marzo che potrebbe non finire mai, ho deciso di alleggerire le vostre menti condividendo con voi una…

Leggi la notizia

Positive Vibration intervista a Light Soljah

  • 23 Febbraio 2018

Nella puntata del 12 Febbraio Nico Positive di Positive Vibration ha intervista il cantante Light Soljah   NicoPositive: Buonasera Light, bentrovato su Positive Vibration, per iniziare e farti conoscere dai nostri ascoltatori ti chiedo da dove vieni, chi sei, che…

Leggi la notizia

Colpo di fulmine o abbaglio?

  • 21 Febbraio 2018

Discoteca, luci basse, musica a palla. Gente che si muove confusamente in ogni direzione, illuminata a sprazzi dalle luci stroboscopiche, risate. Un drink in mano, mi guardo intorno per cercare le mie amiche, ma dove saranno sparite? Erano qui un…

Leggi la notizia

Racconti di viaggio

  • 5 Febbraio 2018

Viaggiare è una delle scelte migliori che si possano prendere nella propria vita:            immergersi in una città nuova, nei suoi ritmi e nei suoi spazi, confrontarsi con una nuova lingua (anche restando in Italia certe…

Leggi la notizia

La percezione di sé verso il lavoro e l’occupabilità

  • 13 Gennaio 2018
Il lavoro è molto importante per l’individuo: è un modo per costruirsi una parte importante dell’identità (in questo caso si parla di identità professionale), è il mezzo per contribuire all’economia familiare (e sappiamo quanto è importante la famiglia nella nostra cultura), è la testimonianza di avere un ruolo nella società.
Leggi la notizia

Diario di una matricola

  • 8 Gennaio 2018

8 gennaio

Il fatidico viaggio verso la sessione invernale è iniziato.. ma vi vorrei parlare di due diversi tipi di viaggio, anzi, di due parti di uno stesso viaggio:

Leggi la notizia

REGALARE UN LIBRO

  • 27 Dicembre 2017

Il Natale, che ci crediate o no, è davvero imminente. I regali hanno sempre un significato, sia per chi dona sia per chi riceve. La tipologia del dono, in qualche modo, aiuta anche a definire il rapporto con l’altra persona…

Leggi la notizia

DIARIO DI UNA MATRICOLA

  • 8 Dicembre 2017

Diario di una matricola, 8 dicembre

Nel mezzo (tendente all’inizio) del cammin nostro universitario,
mi ritrovai per una selva oscura,
che la diritta via, se non già smarrita, era lì lì per esserlo.

Leggi la notizia

#NuovoMEI2016: intervista a Giordano Sangiorgi

  • 21 Settembre 2016

Il Meeting delle etichette indipendenti quest'anno si trasforma nel #NUOVOMEI 2016 e si terrà a Faenza dal 23 al 25 Settembre. Musica, incontri, conferenze, seminari, mostre e occasioni di confronto che vedranno protagonisti gli esperti del settore giornalistico, musicisti e…

Leggi la notizia

Arrivederci Uniradio

  • 30 Giugno 2016

Sembrava impossibile, eppure questo momento è arrivato. Una seria malinconia. Prendo fiato, tutti i santi giorni penso e ripenso a questa esperienza, ormai arrivata alla fine. Ci ho messo il cuore, in questi due anni di radio. Ho fatto per…

Leggi la notizia
Back To Top