Nella puntata del 12 Febbraio Nico Positive di Positive Vibration ha intervista il cantante Light Soljah

 

  • NicoPositive: Buonasera Light, bentrovato su Positive Vibration, per iniziare e farti conoscere dai nostri ascoltatori ti chiedo da dove vieni, chi sei, che fai, raccontaci brevemente la tua storia.

LightSoljah: Ciao a tutti, io sono Light Soljah e sono un cantante reggae e gospel originario della Costa d’Avorio. Sono stato per 10 anni in Italia e adesso vivo in Francia. Sono qui con voi per parlarvi del mio nuovo disco uscito a Dicembre, “DESERT CROSSING”.

  • NicoPositive: Parlaci di questo tuo nuovo album.

LightSoljah: Desert Crossing è il secondo disco della mia carriera da solista, dopo il mio primo disco “Rise and Go”. Desert Crossing è un dipinto dell’atmosfera intima di una persona (cioè io) e di un certo momento della vita, della mia vita personale, e come diceva il poeta francese Boudelaire “so di cosa sto parlando, non parlo di cose che ho sentito”, quindi Desert Crossing è un mio intimo dipinto.

  • NicoPositive: Quali sono i messaggi che esprimi nel tuo album e che vuoi far arrivare ai nostri ascoltatori?

LightSoljah: Con Desert Crossing siamo rimasti fedeli a quello che è la musica reggae, il reggae è il giornale del popolo scritto dal popolo, siamo sempre rimasti nella tematica di denunciare le oppressioni e le sofferenze ma, soprattutto, mettere l’essere umano al centro delle nostre preoccupazioni, quindi parlo di amore, di pace, di tolleranza, di ingiustizia, della realtà quotidiana.

  • NicoPositive: Dove hai registrato? Chi ti ha supportato nella realizzazione del disco? Chi ha partecipato?

LihtSoljah: Questo disco è stato registrato a Parigi, dentro ci troviamo “la crème” dei musicisti parigini, da musicisti di Alpha Blondy, a musicisti di Barrington Levy e altri nomi importanti della scena reggae. Abbiamo provato così a mettere insieme un Team che poteva musicalmente esprimere tutta l’emozione che volevamo trasmettere al nostro pubblico.

  • NicoPositive: Come e dove possiamo trovare questo tuo bellissimo disco?

LightSoljah: Per ora non abbiamo ancora la diffusione in digitale, per il momento lo si può ricevere contattando il “LightSoljah STAFF” su Facebook, oppure mandando una mail a [email protected]

  • NicoPositive: Cosa ti ha fatto avvicinare alla musica reggae?

LightSoljah: Sono cresciuto in una famiglia di cantanti. Mia mamma e mia nonna cantavano in chiesa, io all’età di 7-8 anni sono stato affidato a mio zio che si è occupato della mia educazione, era una persona che ascoltava un po’ tutta la musica internazionale, Soul, Gospel, Reggae. Mi spiegava la storia della musica e quando citava Bob Marley mi diceva che a mio padre piaceva molto. Io non ho conosciuto mio padre perché è morto quando avevo ancora un anno, quindi da quando mio zio mi disse questa frase “Bob Marley piaceva molto a tuo padre e voleva portarlo in Africa, in Costa d’Avorio” cominciai ad avvicinarmi di più alla musica reggae, poi il mio amore per la lingua inglese mi ha spinto a voler scrivere in inglese. Quindi in memoria di mio padre iniziai a sentire sempre più reggae, non solo Bob ma, anche altri cantanti, poi iniziai a fare un po’ di Rap ma, ero troppo melodico e quindi gli amici mi consigliavano “perché non provi con il reggae? Ti piace molto e la tua voce sta meglio con il reggae” quindi ascoltando quei consigli ci ho provato ed ha funzionato!

  • NicoPositive: Con tutta la crisi che ormai da anni opprime gli artisti meritevoli come lo sei tu, come riesci a non perdere la speranza e ad avere la forza che hai per andare avanti?

LightSoljah: La forza che ho per andare avanti è la coscienza di non essere solo fatto di carne ma, anche di una dimensione spirituale fatta appunto di spirito e questo è un aspetto anche presentato da “Desert Crossing”, ad esempio quando sentiamo il brano “Far Away”, questa fa il dipinto dei momenti della vita di una persona in cui sente proprio questa dimensione spirituale, perchè arriva un momento in cui, in ognuno di noi, si presenta questa parte di noi che inizia a bussare alla porta e ci impone di farci questa domanda “chi sono? Da dove vengo? E dove vado?”, nel mio caso mi sono accorto di essere così lontano (“so far away”) da me stesso. Se parliamo di un brano come “Papers”, che vuole intendere “carta” o “documenti”, è un grido che dice che la carta viene dall’albero e l’albero è un regalo della terra, mentre noi usiamo la carta per schiavizzare le persone, con i soldi, le bollette, i documenti. Quindi è la consapevolezza di questa dimensione spirituale che mi permette di andare avanti.

  • NicoPositive: Quali sono le tue prossime date, su quali palchi ti esibirai?

LightSoljah: Siamo appena tornati da una tournée in Africa, ma dal mese di Giugno presenteremo il disco con un gran concerto in Francia e poi stiamo lavorando ad un gran progetto per l’Italia perché, sono un po’ di anni che ho promesso a tutti i miei fans un concerto live e quest’anno arriverà, è una promessa, ci stiamo lavorando, ci vuole pazienza, ma arriverà!

  • NicoPositive: Vorrei salutarti chiedendoti quali sono i tuoi contatti, dove possiamo seguire te e la tua musica?

LightSoljah: Vi aspetto su Facebook “Light Soljah”, oppure potete andare sul sito www.lightsoljah.com e da lì mandare una mail per ricevere l’album direttamente a casa.

Noi siamo aperti, vi aspettiamo più che mai, è il momento di portare “POSITIVE VIBRATION” in questo mondo che ha bisogno di speranza, gli esseri umani hanno bisogno di stare insieme più che mai perché, l’anima sta urlando e chiamando l’unità dei popoli della Terra! Rastafarai! Mission in progress….

 

Nico Positive – Positive Vibration – UniRadio Cesena.