skip to Main Content
Nerio Alessandri, patron di Tecnogym

Nerio Alessandri, fondatore di Tecnogym colosso mondiale del fitness con sede a Cesena, si racconta a Uniradio Cesena. Una storia cominciato dal piccolo garage di casa e…

Salve signor Alessandri, si dice che lei è uno di quelli “che si è fatto da solo”, partendo dalla cosiddetta “cantina”. Ci può riassumere brevemente la storia della sua azienda?

A 22 anni ero un giovane designer industriale molto appassionato di sport. Mi sono iscritto a una palestra di Cesena e mi sono accorto che al suo interno c’erano solo attrezzi di base. Pesi, panche e poco più. Ho subito intravisto l’opportunità di creare qualcosa di inedito, di innovare disegnando attrezzi più sicuri e facili da usare, così la sera, nei week-end e nel tempo libero ho progettato e costruito nel mio garage il mio primo macchinario. Esso ha subito riscontrato un grande successo e la palestra a cui l’avevo venduta ha ordinato una linea completa di prodotti. Così Technogym da hobby è diventato un business a tempo pieno. Posso dire di essere stato molto fortunato perché ho potuto trasformare il mio passatempo nel mio lavoro.

Qui a Cesena sono presenti alcune sedi universitarie, capaci di attrarre studenti da tutto lo Stivale, crede che alcuni di questi possano sognare di lavorare in Technogym?

Cesena è diventata in questi anni un importante polo universitario e questo, come cittadino e imprenditore cesenate, non può che rendermi orgoglioso. Negli anni sta crescendo anche la Wellness Valley, il progetto che ho lanciato nel 2003 con l’idea di creare in Romagna il primo distretto mondiale del ‘wellness’ e della qualità della vita come sviluppo economico e sociale, coinvolgendo tutti i principali stakeholder quali le aziende, amministratori pubblici, operatori turistici, scuole, università e sistema sanitario pubblico: un’iniziativa che sta attirando nella nostra regione persone sempre più qualificate che desiderano un’esperienza wellness a tutto tondo.

In Technogym siamo sempre alla ricerca di persone appassionate, ossessionate come noi dalla qualità e dalla ricerca dell’eccellenza, caratteristiche che hanno contribuito in questi anni alla crescita del nostro marchio e della nostra posizione sul mercato. Ci auguriamo che dalle sedi universitarie di Cesena escano persone motivate e preparate ad affrontare le sfide che il mercato, oggi sempre più competitivo e stimolante, pone quotidianamente.

Il “Tecnogym Village” di Cesena, quartier generale aziendale

 

La domanda finale è sul tema lavoro. I giovani, laureati e non, si trovano in grandi difficoltà.  Quale consiglio si sente di dare a loro?

Sicuramente ci troviamo in una congiuntura economica particolarmente complessa. Tuttavia sono fiducioso nelle possibilità delle nuove generazioni. I giovani di oggi, laureati e non, si trovano di fronte a una grande opportunità, quella delle nuove tecnologie. Oggi, grazie al digitale, si può accedere gratuitamente a qualsiasi tipo di informazione, nonché comunicare in tempo reale con tutto il mondo, una cosa impensabile quando ho cominciato la mia attività. Basti pensare che, quando ho fondato Technogym nel garage di casa, mi servivano mesi per farmi inviare dall’America riviste e materiali relativi all’ambito del fitness, fondamentali per me visto che quel settore soprattutto in California era in grande espansione. Oggi, in pochi secondi e pochi click è semplice ottenere qualsiasi informazione. Oppure, in quegli anni, l’unico modo per far conoscere il mio prodotto era partire con un furgone alla volta delle principali fiere europee, mentre oggi una piccola start up può farsi notare in maniera estremamente efficace grazie ai social media ed al web.

Rinaldo Belleggia


Si ringrazia l’ufficio comunicazione Technogym e la sua responsabile Fulvia Venturi per la disponibilità e la cortesia. 

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top