skip to Main Content
SI ALZI IL SIPARIO!

Su il sipario, su una nuova ricca stagione di eventi per il Teatro Bonci che ha presentato alla cittadinanza e alla stampa il cartellone 2019/20 composto da diversi generi per tutti i palati dal teatro alla prosa, dalla danza alla musica. Presenti, Claudio Longhi direttore ERT Fondazione, Franco Pollini direttore Teatro Bonci, Carlo Verona assessore alla cultura di Cesena e il sindaco Enzo Lattuca, a confermare una sinergia costante tra istituzione locale e teatro. La nuova stagione teatrale è intitolata ‘’Bye,bye ‘900?’’ un’indagine intorno all’idea di nuovo, intesa come azione che cambia le cose da cui scaturisce, appunto, il nuovo che può anche celare pericoli. ‘’Un viaggio che ci porta a riflettere sulla nostra identità, su chi siamo che è, spiega il direttore Claudio Longhi, un po’ come fare i conti con il Novecento, con le sue cicatrici da rimarginare che ci portiamo ancora oggi dietro.’’

Interno Teatro Bonci visto dall’alto

Ben 68 serate di spettacolo da settembre ad aprile con 37 titoli diversi, tra cui 4 nuove produzioni Ert a cui si sommano 8 appuntamenti della rassegna “Libretti Cesenati per Alessandro Bonci”, per festeggiare il 150° della nascita del tenore cesenate, avvenuta nel 1870, a cui è dedicato il nome del teatro. In questo viaggio nel Novecento con una riflessione sul presente, ci accompagna ‘’Winston Vs Churchill’’, interpretato da Giuseppe Battiston, che accende i riflettori su un uomo che per certi versi rappresenta il Novecento, l’Europa delle due guerre, ma che parla in un presente onirico rivolgendosi a noi. A spiegarci l’etimologia del ‘’nuovo’’ ci pensa invece ‘’l’Antigone’’, regia di Laura Sicignano con Sebastiano Lo Monaco, in programmazione dal 23 al 26 gennaio. Sulla scia dei grandi maestri classici spunta ‘’Quando la vita ti viene a trovare’’,un dialogo immaginato tra Lucrezio e Seneca, simboli di due concezioni rivali del mondo, prodotto da Ert, con l’interpretazione e regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi. Un altro prodotto Ert è ‘’LaCommedia della Vanità’’, regia di Claudio Longhi che porta in scena Elias Canetti, Nobel per la Letteratura, con un ricco cast di attori in un mondo distopico, dove tutti gli specchi sono banditi. Un mondo molto simile a quello che oggi viviamo con spunti di riflessione sull’attualità riguardo populismo e società di massa, in cui l’identità dell’essere umano è stata disintegrata. Da segnalare anche ‘’Nemico del popolo’’, regia di Massimo Popolizio accompagnato dall’attrice Maria Paiato, premio Miglior attrice protagonista Le Maschere del Teatro Italiano 2019. Attesa anche per la prima nazionale di ‘’Jump’’, che mette al centro del palcoscenico il problema del ritmo dell’uomo in dialogo con il ritmo del mondo. Come continuare a camminare nonostante tutto stia crollando? Il clown incarna la metafora della condizione umana in un susseguirsi di caduta, salto, sospensione. La caduta se vista sottosopra diventa un salto, un tentativo di volo. Da non perdere sicuramente anche ‘’Fronte del porto’’ di Alessandro Gassman che ribalta il concetto di ‘’American Dream’’ nella Napoli degli anni ’80 e ‘’Momenti di trascurabile (in)felicità’’ un monologo di Francesco Piccolo, con la partecipazione speciale di Pif che ci porta a riflettere su momenti felici e infelici su cui non abbiamo la pazienza di soffermarci.

’Momenti di trascurabile (in)felicità’’ di Francesco Piccolo, con la partecipazione speciale di Pif

Immancabili nel palinsesto i grandi classici come il ‘’Lago dei cigni’’ con la compagnia Ballet from Russia, il Macbeth di Shakespeare regia di Serena Sinigalia con Fausto Rossi Alesi, il Pipistrello, uno dei capolavori del teatro musicale mondiale ideato da Johann Strauss e il ‘’Rigoletto’’ di Giuseppe Verdi con il cast Primo Palcoscenico e la collaborazione del conservatorio Bruno Maderna di Cesena che aprirà con il botto questa nuova stagione teatrale il 21 settembre. Segnaliamo inoltre ‘’Il Concorso Europeo della canzone filosofica’’ un grande progetto di collaborazione europea regia di Massimo Furlan, ‘’Dreamers’’ ilnuovo spettacolo di Aterballetto, in un viaggio onirico nella danza e ‘’When the rain stops falling’’ di Andrew Bovell. Insomma, impossibile citare tutti gli appuntamenti della nuova stagione teatrale che il Bonci metterà a disposizione a tutta la cittadinanza, nell’intento di portare il teatro al centro della vita sociale e culturale della città, come luogo necessariamente aperto a tutti.

La caduta del muro di Berlino, uno degli avvenimenti che ha segnato il cosiddetto ”Secolo breve” su cui è incentrata l’analisi della stagione 2019/20

La fondazione Ert e il Teatro Bonci, nonostante le difficoltà economiche che segnano i nostri tempi, nonostante i tagli ministeriali, si pongono ancora una volta come un baluardo importantissimo della cultura per i cittadini cesenati che comunque rispondono positivamente, visto anche il numero dei 600 abbonati fissi, già raggiunti. Numerosi saranno anche gli eventi che coinvolgeranno le diverse realtà culturali presenti sul territorio, come il già citato Conservatorio di Cesena o ‘’Unireading’’ che farà tappa al teatro mercoledì 16 ottobre con Lodo Guenzi e Bebo Guidetti dello Stato Sociale. Collaborazione speciale anche con il ‘’Salone Internazionale del Libro di Torino’’ che porterà a Cesena, Bologna e Modena ospiti d’eccezione per un dialogo interdisciplinare tra generi. Vi invitiamo inoltre, domani 15 settembre al Bonci, dove le porte del teatro saranno aperte per una festa d’inaugurazione pensata per tutti con letture, performance, improvvisazioni con ospiti esclusivi come Michela Murgia e Marta Cuscunà che animeranno la serata sin dal tardo pomeriggio. Per maggiori informazioni sulla nuova stagione teatrale e per l’acquisto di biglietti e abbonamenti vi rimandiamo al sito del Teatro Bonci (http://cesena.emiliaromagnateatro.com/ ). Non ci resta che augurarvi una buona visione e buon teatro!

di Pasquale Simone

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top