skip to Main Content

Il 17 aprile ci sarà il referendum abrogativo sulle trivellazioni. Per referendum abrogativo si intende che votando SI, chiedete che, una volta scadute le concessioni per quelle in atto, vengano fermate le trivellazioni nelle acque territoriali italiane, anche se c’è ancora gas/petrolio; invece, votando NO, “autorizzate” il proseguimento delle trivellazioni.

trivelle2
mappa dei trivellazioni

Adesso, il problema è che molti di voi probabilmente, come me, saranno fuori sede, e non per tutti è così semplice (e, diciamolo, economico) tornare a casa per votare. Eppure, sembra esserci una soluzione.

Se non volete (giustamente) rinunciare al vostro diritto di voto, il network Studenti per l’ambiente (che potete facilmente trovare su Facebook se siete interessati ad avere maggiori informazioni) vi offre una possibilità: compilate online il seguente modulo https://goo.gl/6qjgTA, e riceverete, il prima possibile, le informazioni per come poter votare qui a Cesena, o comunque il più vicino possibile.

Se posso darvi un consiglio, a prescindere dal sì o dal no, votare è un diritto che dovremmo tenerci sempre stretto! Per cui, mentre aspettiamo ulteriori informazioni, se tornate in patria per le vacanze di Pasqua, ricordate di portare con voi a Cesena la vostra tessera elettorale; se invece non tornate a casa, fatevela spedire il prima possibile così, conoscendo le tempistiche delle poste italiane, forse vi arriverà in tempo per il 17.

Tratto UniMagazine, n°1 Marzo 2016

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top