skip to Main Content

La nostra speaker Rossella ha intervistato “per corrispondenza telematica” Sara Zambon, Responsabile comunicazione di “Spiazzaci” che s’impegna per un creare con tanti altri coetanei un mondo più unito. Leggiamo questa intervista interessante e ricca di emozioni …

R: Ciao Sara, ho sentito tanto parlare del Movimento definito “Giovani per un mondo unito”, tu ne fai parte? Sara: Ciao a tutti! .. sono anch’io una giovane per un mondo unito, parte giovanile del Movimento dei Focolari fondato da Chiara Lubich nel 1943. Siamo giovani tra i 17 e i 30 anni provenienti da tutto il mondo e con un bagaglio d’esperienze molto variegato poiché apparteniamo a diverse nazionalità, culture ed anche religioni; siamo però tutti protagonisti appassionati nel costruire un mondo unito. Per realizzare questo sogno cerchiamo prima di tutto di cambiare noi stessi, buttandoci senza troppa paura ad amare concretamente a partire da piccoli gesti quotidiani fino all’organizzazione di giornate o grandi giornate che coinvolgono tanti giovani. R: Come hai avuto modo di conoscere questa realtà?

S: ho conosciuto il Movimento perché i miei genitori ne facevano parte, quindi si può dire che ci sono nata, ma poi, con l’età, è diventata una scelta personale e più consapevole. R: Ho saputo del grande “evento di Loppiano”, cosa avverrà ? S:  Uno dei grandi eventi organizzato tutti gli anni, ormai da più di 40 anni, è appunto il primo maggio, da sempre creato nella cittadella di Loppiano (Toscana), cornice speciale per la presenza di persone provenienti davvero da tutto il mondo ( 30 Nazioni diverse che vivono nella stessa città!). Quest’anno ci “troveremo tutti insieme in una grande Piazza” luogo d’incontro, di ritrovo, di scambio di idee… molte di queste speriamo che siano davvero spiazzanti! Non a caso il titolo della giornata è proprio #SPIAZZACI! Le tematiche che verranno trattate saranno la legalità, il dialogo interreligioso e l’immigrazione. Su questo verteranno anche i gruppi interattivi, a cui i giovani possono prendere parte e gli expo, che saranno “vetrine” delle attività presentate da giovani di diverse parti d’Italia, in via di realizzazione per mostrare che un mondo unito è già possibile! La giornata partirà alle 10.00 con animazione, giochi e danze tipiche di diversi continenti, alle 11.00 ci sarà una presentazione generale della giornata e dell’expo; alle 16.00 verranno raccontate delle esperienze riguardanti i temi trattati e la giornata si concluderà alle 17.00. R: Fantastico, sembra “un piano coinvolgente” , “cosa ti anima nel dedicarti a queste iniziative”? S: Ho sempre sentito di voler fare concretamente qualcosa per gli altri, perché ho sempre pensato di voler lasciare un mondo un migliore di come l’ho trovato. Così all’inizio di due anni fa mi hanno chiesto se avevo del tempo da dedicare per organizzare il primo maggio a Loppiano, io avevo partecipato alle passate edizioni, ma non avevo mai organizzato. Così mi sono donata a quest’avvenuta. Non sempre è tutto rose e fiori e non mancano le difficoltà anche solo per metterci d’accordo su questioni pratiche, ma già nell’organizzare questo primo maggio iniziamo a costruire questo mondo unito: ognuno è pronto a perdere la propria idea e a donare il proprio tempo. R: Quale sarà precisamente il tuo ruolo in questo evento? S: Il mio ruolo è quello di coordinare le comunicazione, ecco perché scrivo io adesso J e di fare in modo che la notizia di questo evento circoli il più possibile, in modo che se c’è qualcuno interessato lo sappia. E poi, sia  durante la giornata che dopo, farò qualsiasi cosa di cui ci sarà bisogno …: montare e smontare il palco o i gazebi, andare a prendere le persone che hanno bisogno di un passaggio e così via. Siamo  tutti molto versatili. R: “Giovani e versatilità: ottimo connubio!” ahah. Sara, dato che sei una Portavoce dei Giovani per l’unità, mi chiedo quali sono secondo te i sogni nel cassetto dei componenti del vostro movimento? S: Il nostro sogno nel cassetto è soprattutto quello di creare un mondo unito, cioè di fare in modo di essere tutti una grande famiglia, dove il benessere e la felicità dell’altro sono importanti come i propri. R: Come sai, Uniradio Cesena è attenta nel coinvolgere soprattutto i giovani in qualsiasi attività formativa ed educativa (oltre ad offrire buona musica), perché consigli ai ragazzi e alle ragazze di partecipare alla giornata del primo maggio di Loppiano? S: Penso che sia una bella occasione per passare una giornata diversa con divertimento, ma oltre a questo anche poter riflettere insieme sulle tematiche e le problematiche attuali ma viste sotto una luce positiva e di speranza. Per me è difficile spiegarlo a parole: “venite e vedrete”!! R: Di sicuro avrai molto da organizzare, ti saluto Sara ma prima vorrei che lasciassi un messaggio per gli/le universitari/e S: Il messaggio che voglio lasciare a tutti voi è “credete in un mondo migliore perché è possibile  e soprattutto credete che siete voi i primi a costruirlo, poi gli altri vi seguiranno!!” Comunque, se siete interessati all’evento o solo siete curiosi di sapere di cosa si tratta, potere visitare il sito: www.primomaggioloppiano.it , in fondo alla pagina, in basso a destra troverete anche tutti i contatti degli altri social network!!! Vi aspettiamo!!

 

Un ringraziamento per Domenico Iadevaia ed Edoardo Zenone che hanno reso possibile questa intervista. Un megasaluto a tutti/e i/le giovani del Movimento. Uniradio Cesena augura buon lavoro a chiunque crede e lotta pacificamente per costruire un mondo unito !

 

Rossella Zappariello

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top