skip to Main Content

Venerdì 21 febbraio (2014) presso l’Aula Magna del Dipartimento di psicologia dell’Università di Bologna (Campus di Cesena) i ragazzi della Rete di San Patrignano hanno messo in scena un entusiasmante spettacolo per la campagna di prevenzione contro la  tossicodipendenza. Si è creata un’ottima sintonia tra gli istituti di scuola media secondaria e la compagnìa teatrale di S. Patrignano, capeggiata dallo sceneggiatore romano Francesco Apollini.

wi fi

Francesco è riuscito a coinvolgere l’intera platea offrendo l’opportunità a studenti ed insegnanti di ballare e cantare sul palco, creando un’atmosfera alquanto comica. Lo show è divenuto maggiormente accattivante quando Marco e Mirco hanno raccontato la loro vita ed i momenti bui causati dall’uso di stupefacenti: “la giostra era partita, non riuscivo più a fermarmi” dice uno dei ragazzi parlando del percorso che purtroppo, molti persone percorrono ancora, quello del tunnel della droga… Tuttavia, un piacevole sottofondo musicale accompagnava i racconti dei ragazzi e le foto personali dei “giovani attori di San Patrignano”, proiettate nella grande sala universitaria, hanno emozionato il pubblico. L’istante più bello? La testimonianza della “gioia ritrovata”: il trionfo di Marco e Mirco quando hanno conosciuto la comunità di San Patrignano e hanno ricominciato a vivere! Con l’aiuto dei familiari e della comunità i giovani possono allontanarsi dalla tossicodipendenza infatti, “non c’era dialogo con mio padre” dice uno degli attori e ciò evidenzia quanto sia  fondamentale  ricostruire le relazioni familiari, ascoltare chi vive un disagio e offrire aiuto alle persone. La vicinanza, la comunicazione e l’interazione sono forme di sostegno sociale, necessario per la promozione del benessere psico-fisico in ogni società! Presenti in sala anche i componenti dell’A.n.g.l.a.d. di Cesena, intervenuti mesi fa nel programma radiofonico Zapping Room di Uniradio Cesena per pubblicizzare aiuti e contatti  per le famiglie con problemi di tossicodipendenza.

wi fi 1

wi fi 2

Lo svolgimento dello spettacolo è stato possibile grazie all’ospitalità dell’Università Alma mater studiorum Università di Bologna, alla partecipazione del Comune di Cesena testimoniata dal Sindaco P. Lucchi e al lavoro immane delle Dottoresse Russi e Gamberi con l’intero staff di San Patrignano. La fine dello spettacolo è… un abbraccio complessivo: “alzatevi” ha detto Francesco “e abbracciatevi tutti”. Cosa c’è di meglio nella vita e nei momenti difficili di un abbraccio rassicurante?!

Rossella Zappariello

Link utili:

http://www.sanpatrignano.org/it

http://associazioni.sanpatrignano.org/cesena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top