skip to Main Content

Cesena 8 aprile – 1 maggio 2016 / teatro comandini – biblioteca malatestiana

Le riflessioni di Stefano Laffi sulla difficoltà degli adulti a comprendere l’infanzia e l’adolescenza aprono la sesta edizione di Puerilia, venerdì 8 aprile alla Biblioteca Malatestiana di Cesena.

Le giornate di puericultura teatrale dirette da Chiara Guidi proseguiranno poi con lo spettacolo “La terra dei lombrichi”, in scena al Teatro Comandini dall’11 al 22 aprile per bambini e adulti a partire dai 6 anni di età.

Puerilia è il nome delle giornate teatrali che Chiara Guidi rivolge ai bambini, agli adolescenti, ai ragazzi e a chi sta loro vicino. Sono così organizzate: negli spazi del Teatro Comandini e della Biblioteca Malatestiana di Cesena, ogni anno, a primavera, accadono laboratori e corsi per chi è interessato alla relazione tra arte e scuola – attori, insegnanti di ogni ordine e grado, adolescenti e studenti universitari; dialoghi con pensatori, maestri e artisti; spettacoli per bambini e adulti, e pubblicazioni di libri dedicati alla relazione tra infanzia e teatro.

Stefano Laffi
il sociologo Stefano Laffi

Venerdì 8 aprile alle 17.00 alla Biblioteca Malatestiana il sociologo Stefano Laffi dialogherà con insegnanti, genitori, cittadini, a partire dalla sua disamina di un mondo adulto – smarrito eppure dominante – che considera i bambini e i giovani come alibi, per sentirsi potente e credersi sapiente. Lo sguardo di Laffi mette a nudo il vizio di una società che pone ai piccoli unicamente domande-quiz, la cui risposta è già data, anziché aprire quesiti veri e dare cittadinanza a nuovi linguaggi. “Da tempo è in atto un attacco ai giovani. Sotto forme diverse – mercificazione, infantilizzazione, patologizzazione, criminalizzazione, sfruttamento – bambini, adolescenti e giovani sono entrati nelle mire degli adulti, mire spesso camuffate da preoccupazione, sensibilità educativa, protezione dei valori sociali e della tradizioni. Quasi senza reagire i giovani sono tenuti in ostaggio di un discorso pubblico fortemente ipocrita, in cui si invoca la loro autonomia senza concedere la possibilità di esercizio, la loro partecipazione ma solo in finte istituzioni, il loro lavoro ma solo nelle posizioni peggiori, il loro talento ma dentro una scuola a pezzi”. L’incontro, dal titolo Giovani senza cittadinanza, prenderà le mosse dal volume di Laffi La congiura contro i giovani, edito nel 2014 da Feltrinelli. Stefano Laffi (Milano, 1965) opera presso l’agenzia di ricerca sociale Codici (Milano). Ha collaborato con la Rai, Radio Popolare, oggi con le riviste “Lo Straniero” e “Gli asini”. Si occupa di mutamento sociale, culture giovanili, processi di emarginazione, consumi e dipendenze. Ha scritto, fra l’altro, Il furto. Mercificazione dell’età giovanile (2000). Ha curato Le pratiche dell’inchiesta sociale (2009) e con Maurizio Braucci Terre in disordine. Racconti e immagini della Campania di oggi (2009), Quello che dovete sapere di me (2016).

Lombrichi5_ph Simona Barducci
Rappresentazione della terra dei lombrichi

Nello stesso giorno, venerdì 8 aprile, avrà inizio al Teatro Comandini il primo laboratorio del Metodo errante – cui partecipano 15 attori – che confluirà nell’allestimento di La terra dei lombrichi. Una tragedia per bambini (a partire dai 6/7 anni di età), in scena al Teatro Comandini da lunedì 11 a venerdì 15 e da martedì 19 a venerdì 22 aprile in collaborazione con Teatro Bonci/Emilia Romagna Teatro Fondazione. Lo spettacolo – ideato e diretto da Chiara Guidi, realizzato in collaborazione con Chiara Savoia – inizia fuori dal teatro, e i bambini vi entrano mischiandosi con gli attori; saranno coinvolti, tutti insieme, in un viaggio nell’aldilà, dove chi ha il coraggio di morire poi rinasce. Ispirato ad Alcesti di Euripide, La terra dei lombrichi è un’esperienza in cui il teatro, con la sua dimensione analogica, permette di elaborare la questione della morte come materia della vita. Orari: l’11, il 12 e dal 19 al 22 doppia replica alle 9.00 e alle 10.30; il 13* doppia replica alle 10.00 e alle 11.30; il 14 unica replica alle 10.00; il 15* doppia replica alle 9.30 e alle 11.00 (*variazione di orario rispetto al programma precedentemente inviato).

Lombrichi1_ph Simona Barducci

Puerilia si fa inoltre occasione editoriale pubblicando il testo dello spettacolo in un piccolo volume a cura della stessa Guidi con Alice Keller che si sono avventurate nella trasposizione del teatro in parole e disegni su carta, aprendo così la strada a una collana di drammaturgie per bambini.

Infine, in occasione di alcune repliche della Terra dei lombrichi (e precisamente nei giorni 12, 19 e 20 aprile), i bambini che vedranno lo spettacolo al Teatro Comandini potranno anche recarsi alla Biblioteca Malatestiana e scoprirne le suggestioni, muovendosi negli antichi spazi e rievocandone la storia facendo esperienza personale di misure, suoni e rumori. In collaborazione con lo staff della Malatestiana Ragazzi: Teresa Maria Federici, Ambra Gardelliano, Margherita Pieri, Elena Tappi, Paolo Zanfini.

Lombrichi3_ph Simona Barducci
L’arte del teatro arriva a Cesena

Il programma di Puerilia 2016 – che si terrà dall’8 aprile all’1 maggio al Teatro Comandini e alla Biblioteca Malatestiana di Cesena – è realizzato con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura e Promozione del Comune di Cesena, dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia Romagna e del MiBACT, e con la collaborazione di Teatro Bonci / Emilia Romagna Teatro Fondazione, Biblioteca Malatestiana, Coop Alleanza 3.0 e Centrale del latte di Cesena.

 

 

Informazioni e luoghi di Puerilia

Informazioni e prenotazioni: Societas – Teatro Comandini, tel. +39 0547 25566 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00), [email protected].

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top