BAGNO DI ROMAGNA (FC) – Il 17 maggio il Giro d’Italia arriverà in Romagna. Il Sindaco, Marco Baccini, ci racconta come Bagno si sta avvicinando all’appuntamento.

Sul calendario dei bagnesi c’è una data cerchiata in rosso, è quella del 17 maggio, quando l’11^ tappa del Giro d’Italia sarà la Firenze-Bagno di Romagna (161 km).

Prima dell’arrivo nella cittadina termale, la corsa rosa entrerà in Romagna dal Passo della Stia per poi toccare il Corniolo, Santa Sofia, il Passo del Carnaio e San Piero in Bagno. Dopo un primo arrivo a Bagno di Romagna, Verghereto e Balze condurranno alla salita del Monte Fumaiolo. A questo punto ultime battute ad Acquapartita e gran finale a Bagno di Romagna.

Per sondare il terreno su questo atteso e importante appuntamento abbiamo intervistato il trentaquattrenne Marco Baccini. Sindaco di Bagno di Romagna, in carica dal maggio 2014 e grande appassionato dei pedali.

Signor Sindaco, com’è nata l’idea di organizzare un arrivo di tappa nel vostro Comune?

«Innanzitutto è nata grazie alla volontà di promuovere il nostro comune oltre che il territorio limitrofo. Dal 2015 abbiamo iniziato a lavorare per portare a Bagno di Romagna l’arrivo di una tappa del Giro d’Italia, ci siamo mossi per sondare la disponibilità di regione, provincia e comuni vicini. Ufficialmente siamo stati inclusi nella corsa rosa dall’ottobre 2016 quando è stato presentato il Giro d’Italia 2017 – alla cerimonia di Milano era presente anche il Sindaco Marco Baccini – sarà la prima volta che una tappa si arriverà a Bagno di Romagna. Nella storia del giro solo una volta è passato dal nostro comune, precisamente 1978». 

Come vi state organizzando e quali iniziative metterete in atto per questo importante avvenimento?

«Per l’organizzazione degli eventi collaterali ci siamo affidati a dei professionisti del settore e dalla prossima settimana partiremo con le iniziative legate alla tappa del 17 maggio. L’obiettivo è di creare una bella aspettativa.

Già il 25 marzo su Sky Sport è andato in onda uno speciale sul cicloturismo che ha visto protagonista il ciclista Matteo Montaguti e a cui ho partecipato anche io. Dal 12 aprile ci sarà una mostra di biciclette storiche al palazzo del Capitano. Il 29 aprile le associazioni locali organizzeranno una giornata dedicata allo spinning, con musica ed un aperitivo party. Inoltre in piazza saranno sistemate 50 bici da spinning pronte per essere utilizzate.

Il 7 maggio ci sarà una ciclo-turistica sul Monte Fumaiolo con una cena finale.Infine il 13 maggio a San Piero in Bagno avrà luogo una Notte Rosa organizzata dai commercianti locali. In questa occasione ci sarà la possibilità di acquistare dei bagni termali nelle nostre strutture cittadine oltre alla maglia celebrativa dell’arrivo di tappa ad un prezzo molto vantaggioso ».

Per l’arrivo del Giro d’Italia avete ideato anche un brand, in modo da rendervi riconoscibili…

Marco baccini Giro Italia
Il logo scelto per l’arrivo del Giro a Bagno di Romagna

«si abbiamo creato un logo apposito per l’arrivo del giro. È stato realizzato attraverso un concorso che ha coinvolto le scuole locali. Ci sono arrivati 377 disegni da parte dei ragazzi. Di questi ne abbiamo selezionati 3 e li abbiamo valutati per scegliere il  logo vincitore».

Quale risposta vi aspettate da parte del pubblico locale e perché no anche extra-regionale?

«Noi attendiamo qualche migliaio di persone, specie gli appassionati di cicloturismo e ciclismo visto che già in Romagna ne abbiamo moltissimi. Le premesse sono buone a partire dagli sponsor che ci hanno supportato nell’organizzazione delle iniziative legate all’arrivo del Giro. Inoltre i commercianti locali si stanno preparando attraverso decorazioni dei loro esercizi con bici e fiori». Tutto ovviamente di colore rosa.

Rinaldo Belleggia


Uniradio ha già fatto tappa a Bagno di Romagna con il reportage I LOVE ROMAGNA dove Rossella Zappariello intervistò per la prima volta il Sindaco Marco Baccini.

(Foto tratte da: Cesenatoday)