L’eleganza della semplicità
rende i paradossi la casa ideale
di tutti i pensieri umani
la festa dei cervelli
frammenti collisi
che esprimono senza parole
un alone magico di mistero

non esiste negazione
in un mondo fatto di essenza
l’opinione schiaccia l’equità
l’inevitabile ipocrisia
di ricercare se stessi
in un riflesso distorto
di una realtà non reale

troviamo solo domande
in un abisso infinito
di risposte mai dette
da nessun individuo
non esiste falsità
solo affermazioni non capite
noi immersi in questa complessità
alla ricerca di nuove vedute

siamo pescatori senza amo
n’è la nostra barca ha un ancora
il desiderio di affogare
rende la verità un gioco
un sintomo diretto
di una pazzia generale
intrisa nel tempo
delle emozioni banali

                                                                                                                          Alex